Éiriú Eolas – Italiano
  • EN
  • FR
  • DE
  • HR
  • TR
  • VI
  • EL
  • ES
  • IT
  • IT
  • PL

La Guida Rapida Eíriú-Eolas

Disclaimer

La respirazione Bio-energetica (respirazione circolare) è controindicata in gravidanza, epilessia, disturbi bi-polari o squilibri chimici. Tutte le altre parti del programma di respirazione e di meditazione Eíriú-Eolas possono essere utilizzate a queste condizioni.

Introduzione

Benvenuto al programma di respirazione e di meditazione Eíriú-Eolas. Accompagnati da questo revival del 21° secolo di un’antica tecnica di respirazione e meditazione, intraprendiamo un emozionante viaggio di riscoperta. Eíriú-Eolas è lo strumento più attuale per un aiuto al rilassamento e a lavorare delicatamente attraverso traumi emotivi e psicologici, liberando le emozioni represse e i blocchi mentali che si frappongono fra te e un successo: quello di un vita appagante.

È importante effettuare gli esercizi di riscaldamento come indicato sul disco 2. Grazie a questi esercizi si migliorerà la capacità polmonare e la circolazione, permettendo di migliorare notevolmente la tua esperienza con Eíriú-Eolas. Se stai già seguendo un’attività fisica che comprende stretching e flessibilità, come lo yoga, questa parte può essere modificata per adattarsi al meglio con quello che stai già sperimentando, o essere saltata.

Respirazione Costretta.

La respirazione costretta viene utilizzata per stimolare il nervo vago e viene eseguita in tre fasi che coinvolgono appieno la capacità polmonare. Stimolare il nervo vago è come schiacciare il tasto “stop” della vostra risposta allo stress. La costrizione della glottide (la sede vocale) fino al punto limite della produzione di un suono, provoca la stimolazione della porzione del nervo vago che passa tra la trachea e l’esofago. La si pratica in modo da poter sostenere la costrizione della glottide durante l’inspirazione per ottenere un maggiore rilassamento. Di seguito, una migliore stimolazione del nervo vago avviene durante l’espirazione, ed è per questo che la Respirazione costretta Eíriú-Eolas richiede in espirazione tempi più prolungati.

Il Respiro del Guerriero

Il Respiro del Guerriero ha lo scopo di ripulire i polmoni dall’aria stagnante. Rinforza i muscoli coinvolti durante l’espirazione come preparazione per la parte successiva del programma. Eseguendo l’esercizio i fianchi potrebbero affaticarsi un po’, soprattutto le prime volte. I muscoli si rafforzeranno in modo rapido e poi ogni fastidio passerà. Il vocalizzare un “Ah!” contribuisce a rendere più completa l’espirazione. È anche un toccasana contro ogni momento di frustrazione. I bambini amano praticare il Respiro del Guerriero!

Respirazione Bio-energetica

La respirazione Bio-energetica, o respirazione circolare, viene utilizzata a livello fisico per l’ossigenazione del corpo dalle tossine processo fisica migliore. A livello emotivo, inizia il processo di rilascio delicatamente gli strati di tossicità emotivo. Come questi strati chiari, vi troverete in grado di pensare in modo più chiaro e mantenere la calma in situazioni di stress, che consente di rispondere in modo efficiente e armonico.

Meditazione (Preghiera dell’Anima)

Gli esercizi di respirazione sono da intendersi come preparazione per la meditazione, che è il cuore del sistema Eíriú-Eolas. La meditazione viene svolta con l’utilizzo di un cosiddetto “seme”, il che significa che non è né irrazionale né senza uno scopo ben preciso. Il seme, dal titolo “Preghiera dell’Anima”, è stato accuratamente composto per essere illimitato nelle sue applicazioni alla vita e per creare un terreno subconscio positivo, di pensieri di affermazione della vita nella vostra mente già calma. La preghiera affronta la Divina Mente Cosmica, che è l’esistenza in sé e per sé. Se si vuole affrontare la Divina Mente Cosmica in termini più familiari come Gesù, Buddha, Allah, Krishna, ecc. va bene lo stesso. Non ci dovrebbe essere una personificazione divina dalla vostra prospettiva, ma si può anche guardare alla parte “migliore di sé”, e a come viene affrontata. La preghiera dell’Anima è destinata ad essere universalmente applicata a qualsiasi filosofia personale.

Nella prima sessione di prove è cosa migliore esercitare il diaframma ed eseguire la Respirazione Costretta. Puoi aggiungervi inoltre il programma che più preferisci. Tenete a mente che si inspira attraverso il naso e si espira dalla bocca. Questo vale per l’intero programma!

Domande frequenti

Q: Quante volte dovrei praticare Eíriú-Eolas?

R: Generalmente si raccomanda di completare l’intero programma due volte alla settimana assieme ad una meditazione giornaliera, preferibilmente prima di dormire. Questo consente al subconscio di processare mentre ci si riposa. Inoltre, è possibile eseguire la Respirazione Costretta ogni giorno, quando più si desidera.

In tutto il mondo la comunità Eíriú-Eolas ha scelto le serate di Lunedì e Giovedì per completare l’intero programma, a seconda del proprio fuso orario. Se sei malato o di fronte ad un problema specifico, è possibile utilizzare l’intero programma ogni giorno.

 

D: Non riesco a tenere il passo con il conteggio, cosa devo fare?

R: Se si trova che il conteggio sia troppo lungo o troppo corto ci si adatterà a ciò che risulta più comodo. Con l’esperienza derivata dalla pratica ti sarà più facile tenere il conteggio. La cosa importante quando si fa la respirazione costretta è quella di rendere l’espirazione più lunga della inspirazione, per svuotare i polmoni il più completamente possibile. Le brevi pause tra inspirazione ed espirazione sono anche importanti perché permettono il completo scambio di gas entro i polmoni.

 

D: Posso stendermi supino durante l’esercizio di respirazione?

A: Stendersi va bene. Il punto è di essere nella posizione più comoda possibile.

 

D: La respirazione a tre stadi può essere eseguita senza le posizioni delle braccia?

R: Le tre posizioni delle braccia per la respirazione costretta consente di utilizzare progressivamente l’intera capacità polmonare.

 

D: Ho avuto soprattutto problemi con la seduta a gambe incrociate per lunghi periodi di tempo. Le mie gambe si addormentano e finiscono con l’infastidirmi. Posso fare il programma in un’altra posizione?

R: Certo. Puoi provare seduto su una sedia, per esempio. La cosa importante è trovare una posizione che sia comoda per te. Le ragazze nel video praticano yoga, anche se a volte svolgono il programma su una sedia o sdraiate.

 

D: Ho difficoltà a respirare con lo stomaco e riesco a dilatare la zona in modo corretto. Qualche consiglio?

R: Verificare che il diaframma si stia muovendo in modo corretto. Ha bisogno di spingere verso il basso quando si respira, mentre la cassa toracica sale, per poi rilassarsi e tornare ad una forma a cupola quando si espira per espellere l’aria stagnante. Dovrebbe venire naturalmente dopo aver praticato la respirazione per un po’ e ci si è abituati al movimento. Guarda le immagini del diaframma sul DVD introduttivo per cercare di ottenere la sensazione della posizione, l’azione, e del movimento del diaframma. Dopo un po’ di pratica, dovresti essere in grado di sentire il diaframma premere ed appiattirsi in fase di inspirazione.

Un altro problema potrebbe essere la postura. Prova a fare alcuni semplici esercizi di respirazione stando in piedi. Ricorda di tenere le spalle rilassate.

Se senti la cassa toracica, il collo, la schiena o altro troppo teso mentre si esegue la respirazione, questo significa che si sta facendo più di quello che il tuo corpo può attualmente gestire. Se non hai fatto questo tipo di respirazione prima dovresti prendere più tempo e cura, e delicatamente arrivare a farlo con facilità.

 

D: Ho dei problemi nella respirazione per il conteggio totale. Ho proprio bisogno di farlo così com’è?

R: Se il conteggio non è incredibilmente lungo per te allora sì, prova a respirare per il conteggio totale. In caso contrario, dai il meglio in modo che nel tempo si possa lavorare a poco a poco abituandosi al conteggio totale. I bambini, per esempio, hanno la capacità polmonare più piccola e non possono essere in grado di respirare fino alla fine del conteggio.

 

D: Perché è importante respirare con il naso ed espirare attraverso la bocca per l’intero programma?

R: Ci sono terminazioni nervose nella parte superiore del passaggio faringeo che, accarezzato con l’aria che viaggia nella stessa direzione, sincronizzano i due lobi del cervello. Se poi si espira e il passaggio dell’aria si inverte attraverso queste terminazioni nervose, si interrompe la sincronia. Questa è una tecnica utilizzata in ipnoterapia, calma e tranquillizza il cervello.

 

D: Sembra che non accada nulla. Lo sto eseguendo correttamente?

R: I benefici e gli effetti del sistema Eíriú-Eolas possono svolgersi sotto la superficie per un certo periodo di tempo prima che ne emergano gli effetti, che ve ne accorgiate consapevolmente o meno. Se si tenta di avere “intenzioni” diverse nell’assimilare i concetti della preghiera (che sono progettati per non vincolare l’attività del subconscio) o se si tenta di aggiungere “campane e fischietti” o distrazioni esterne, si potrebbero eludere gli effetti positivi della respirazione e meditazione Eíriú-Eolas.

 

Sintomi ed esperienze più comuni

  • Diminuzione dei dolori articolari
  • Diminuzione della spasticità muscolare
  • Effetto rinfrescante e/o di sonno profondo
  • Sensazione di tensione
  • Aumento del relax
  • Vivere la sensazione di calore
  • Vivere la sensazione di luce bianca che ti circonda
  • Diminuzione del battito cardiaco
  • Sogni intensi e dettagliati (vedi oltre per i dettagli)
  • “Zone out”, cioè difficoltà nel rimanere svegli durante gli esercizi di respirazione e meditazione (vedi oltre per i dettagli)
  • Sensazione nel plesso solare
  • Ronzii nelle orecchie
  • Solletico o torpore nelle braccia, gambe, labbra (comuni effetti collaterali di iper-ventilazione)
  • Sentimenti di gioia e di esultanza
  • Cambiamento di appetito (calo del desiderio per gli alimenti che sono incompatibili con il tuo corpo)
  • Fame dopo la respirazione e la meditazione
  • Scoppi di risa improvvisi
  • Dolori addominali, dolori acuti nel corpo (sintomatico di organi che riprendono a funzionare)
  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Interruzioni esterne e interne durante la respirazione e la meditazione
  • Sudorazione
  • Lacrimazione
  • Voglia di piangere (vedi oltre per i dettagli)
  • Depressione (può durare un paio di settimane, solo temporaneo)
  • Rabbia, sproporzionata alle situazioni (vedere più avanti per i dettagli)
  • Sentimenti di distacco dal mondo (temporaneo)
  • Confusione, irritazione (temporaneo)
  • Percepire le immagini durante la meditazione (cercate di non essere troppo distratti da questo, è la tua mente che simbolicamente esprime quello che era soppresso nel tuo subconscio)
  • Consapevolezza più nitida nei sensi e pensieri; la percezione di essere veramente nel presente.

Domande sui sintomi e le esperienze

D: Perché sono così affamato?

R: La respirazione costretta stimola il nervo vago, che a sua volta influenza la vostra fame.

Come il cervello sa quando deve smettere di mangiare – il nervo vago risponde in modo diverso per ciascun nutriente per decodificare cosa e quanto è stato mangiato:

Il nervo vago, che si fa carico della comunicazione bidirezionale tra l’intestino e il cervello, trasmette modelli nettamente diversi di segnali elettrici in risposta ai carboidrati o alle proteine nell’intestino; cerca, per informazioni: Gary J. Schwartz della Johns Hopkins Medical Institutions a Baltimora.

C’è un altro componente sulla reazione del nervo vago alle proteine. Schwartz sospetta che peptidi simili agli ormoni, prodotti dall’intestino in risposta al cibo, sono responsabili per l’amplificazione dei segnali attivati ​​dai movimenti dello stomaco e dell’intestino tenue.

Come il cervello sa quando deve smettere di mangiare, Janet Raloff, Science News, 1996

http://findarticles.com/p/articles/mi_m1200/is_n22_v150/ai_18947098

 

D: Durante la respirazione e la meditazione, mi scattano in uno stato di sogno in cui io non sento più l’audio. Non appena me ne accorgo, mi sveglio. Devo ricominciare il programma quando accade?

R: Non c’è bisogno di ricominciare il programma. Questo si chiama “zone out”. È perfettamente normale ed è un buon segno che qualcosa sta effettivamente accadendo. È un segnale positivo che il vostro subconscio sta cominciando ad elaborare e guarire.

 

D: Sto vivendo freddo e sintomi simil-influenzali (febbre, brividi, dolori, affaticamento) come risultato della pratica del programma. Perché accade tutto questo?

R: Il programma non disintossica solo emotivamente ma anche fisicamente. Quando l’attivazione del nervo vago comincia a mettere le cose in moto dopo anni di accumulo nel un pozzo senza fondo (del subconscio), l’effetto è come quello di un buco in una diga che diventa molto grande con velocità.

Se si soffre di sintomi fisici, è probabile che sia una reazione Herxheimer. Ciò si verifica quando il vostro corpo si libera dalle tossine ad un ritmo più veloce di cui è abituato a sostenere.

Se si verificano sintomi che sono troppo forti da sopportare, allora ti consigliamo di sottoporti al programma al massimo due volte alla settimana, ed eseguire solo la respirazione costretta e la meditazione per il momento, omettendo il respiro del guerriero e (soprattutto) la respirazione bio-energetica.

Una dieta corretta e l’assunzione di integratori aiuterà molto questo processo, consigliamo vivamente i consigli dietetici esplicati nei seguenti libri:

  • The Ultramind Solution, Mark Hyman
  • The Ultrasimple Diet, Mark Hyman
  • Detoxify or Die, Sherry Rogers
  • What Your Doctor May Not Tell You About Autoimmune Disorders, Stephen B. Edelson e Deborah Mitchell
  • Treating and Beating Fibromyalgia and Chronic Fatigue Syndrome, Rodger Murphree

D: Perché sto provando tanta rabbia e tristezza?

R: Questo è abbastanza normale ed è un segno che il programma sta funzionando. Se si verifica rabbia, tenere un cuscino nelle vicinanze mentre si sta eseguendo il programma in modo da poterlo colpire quando si voglia. Ricordate che state rielaborando vecchie emozioni che sono bloccate nel subconscio e nei tessuti del corpo. Una volta liberate non controlleranno più i vostri pensieri e/o le vostre scelte di vita. Inoltre, tenete a mente che il programma di respirazione e meditazione Eíriú-Eolas è il modo più efficiente, efficace e meno doloroso per affrontare queste cose con effetto retroattivo, utilizzando lo stesso meccanismo che il corpo utilizza nel far fronte allo stress. Si possono trascorrere anni in psicoterapia e non saranno come gli stessi risultati che si possono ottenere con pochi mesi di pratica del sistema Eíriú-Eolas.

 

D: Come faccio a continuare con il sistema quando mi metto a piangere? La mia reazione normale è quella di trattenere il fiato.

R: Si può piangere tanto quanto è necessario, poi riprendere il programma una volta che hai finito di piangere.

 

D: Perché ho esperienza di sogni spaventosi dopo aver finito il programma?

R: È il tuo centro emotivo che sogna. Sogni spiacevoli o paure sono infatti le vostre emozioni negative represse che riemergono in superficie. Molto spesso si tratterà il sintomo semplicemente continuando a sognare, ma questo è uno dei molti modi in cui può essere elaborato. Ciò che funziona meglio per un individuo può essere diverso da quello che funziona meglio per un altro. Ognuno è diverso ed ha diverse emozioni e ricordi sepolti al suo interno.

 

Benefici a lungo termine

Man mano che continuare a praticare il sistema Eíriú-Eolas, sarà come abbracciare una nuova qualità di energia, per ampiezza e iniziativa. Si diventa forti in aree in cui si era un tempo deboli. Sperimenterete la guida costante del vostro io superiore. Questa guida sarà attiva nel lavoro delle tue mani e della parola. Sentirai questa guida come una forma di protezione, come si avrà anche la capacità di percepire maggiormente i pericoli rispetto a prima. Il vostro io superiore vi guiderà per acquisire le conoscenze necessarie a livello pratico, per protegge da danni inutili.

-------
Copyright © 2018 by Fellowship of the Cosmic Mind. All rights reserved.